Satellite Italiano Pamela

Satellite Pamela.jpgUn’anomala Quantità di antimateria: potrebbe essere stata una possibile prova dell’esistenza della materia oscura, prevista dalla teoria del Big Bang. A scoprirla una ricerca internazionale ideata e coordinata da scienziati italiani, pubblicata su Nature.
I dati sono stati registrati dal satellite italiano Pamela, lanciato con una navetta Russa il 15 giugno 2006 fine missione dicembre 2009, l’osservatorio che misura le particelle e antiparticelle. I risultati, spiegano i ricercatori, evidenziano “un’anomalia tra il numero di positroni e il numero di elettroni rivelati”. E proprio la grande quantità di positroni potrebbe essere una prova della materia oscura.

Satellite Italiano Pamelaultima modifica: 2009-04-02T16:58:22+02:00da lafayette3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento